Terapia del sorriso – Patch Therapy

La Terapia del Sorriso si basa sugli effetti positivi psicologici e biologici del riso. Questo tipo di cura nasce in America. I primi dottori-clown sono Michael Christensen e Paul Binder. Il primo era un vero e proprio pagliaccio presso un circo a New York. Nel 1986 i due fondano “The Clown Care Unit”, l’unità di clown terapia, che fa della risata una specie di medicina. Nei primi anni Novanta questo tipo di cura sbarca anche in Europa; gli ospedali francesi e svizzeri sono i primi ad accoglierla. Nella naturalizzazione essa prende il nome di “Le Rire Medicin”. La grande fortuna, però, arriva alla fine degli anni Novanta, quando dalla figura di un noto medico della West Virginia viene preso spunto per un celebre film. Lui è Hunter “Patch” Adams. Nel 1971 questo dottore alquanto originale fonda, con la collaborazione della compagna e di alcuni amici, l’Istituto Gesundheit. Per molti aspetti il suo è stato un vero e proprio colpo di genio, i risultati denotano un incremento delle guarigioni che ha dell’incredibile. Leggi tutto

I  migliori consigli (tra il serio ed il faceto) per un regalo di matrimonio

Gli spettacoli per matrimoni sono sempre più richiesti e non sono sempre e solo gli sposi ad ingaggiare gli artisti, prestigiatore, mago, cabarettista, clown, finto cameriere, artisti di strada, mangiafuoco, giocolieri, trampolieri o altro che sia  quanto loro amici o parenti che cercando un regalo per il matrimonio o una sorpresa per la festa, individuano nello spettacolo di magia, per quanto riguarda la nostra esperienza, la miglior soluzione.

Ovviamente questo fenomeno si verifica  in ogni occasione di festa, dagli anniversari di matrimonio ai compleanni: tra i regali con sempre maggior frequenza compare l’intrattenimento per la serata. Leggi tutto

Quando i bambini compiono gli anni è una gran gioia che va allietata con una giusta festa di compleanno in cui tutti gli amichetti del festeggiato o della festeggiata, si incontrano potendosi divertirsi insieme, liberamente. Organizzare una buona festa di compleanno è importante se si vogliono stupire i bambini che di natura sono molto esigenti ma che allo stesso tempo si divertono e molto con i giochi più semplici. Occorre molta fantasia, certo, ma anche tanta pazienza, perchè bisogna capire cosa piace fare ai piccoli e bisogna stare molto attenti ad aspetti propriamente organizzativi e di sicurezza.

È importante ad esempio prestare attenzione al tipo di attrazioni che vengono organizzate e ai giochi, non devono mai essere in qualche modo pericolosi per i bambini che in occasione di compleanni diventano molto euforici ed iperattivi. Leggi tutto

Giocoliere: Sebbene il termine derivi da “giullare”, oggi designa l’artista impegnato in un genere perfettamente definito delle tecniche circensi, riferito in particolare all’abilità di lanciare e riafferrare oggetti di vario tipo e di varie dimensioni. La giocoleria è fra le discipline circensi che richiedono più costanza e perseveranza. I progressi sono in genere lenti e frutto di grande sacrificio e gli artisti dediti ad essa devono continuamente sottoporsi a prove ed allenamenti estenuanti dal punto di vista non solo corporeo ma anche mentale. Nel proprio specifico campo è la specialità più suscettibile di variazioni. I giocolieri spesso cambiano i tipi di oggetti che giocolano, il numero di essi, il modo di presentarsi in pubblico e così via, creando una quantità praticamente illimitata di sotto generi (fra i quali la giocoleria con i piedi detta “antipodismo”). Leggi tutto

Funambolismo: Il termine deriva dal latino “funis ambulare”, cioè camminare sulle funi. Il funambolismo. è una delle discipline più antiche dello spettacolo popolare. Nel ‘900 è in realtà sotto stimata rispetto ai due secoli precedenti che avevano visto artisti del calibro di Madame Saqui e Blondin suscitare un vasto interesse. La prima esibendosi nel celebre Theatre de Funamboles ed il secondo effettuando memorabili traversate a grande altezza (fra le quali quella delle cascate del niagara). Nel nostro secolo il funambolismo viene praticato comunque in circhi, teatri di varietà e manifestazioni all’aperto ed esprime tre principali tipologie: il filferrista, specializzato in evoluzioni su funi assai tese e sistemate ad un’altezza dai due ai cinque metri; il funambolo a grande altezza, dedito a pericolose figure composte da più persone e a grandi traversate all’aperto; l’artista al filo mollo, che esegue evoluzioni su di una fune non del tutto tesa, ma oscillante, ad un’altezza di solito inferiore ai tre metri, spesso in chiave comica. Leggi tutto


Contorsionismo: Antica specialità dello spettacolo popolare basata sulla dislocazione corporea, apparentemente di origine orientale ma assai diffusa in occidente già tra i saltimbanchi di fiere e mercati del medioevo. All’inizio del secolo è Walter Marinelli a portare in auge la specialità esibendosi come uomoserpente, con un costume squamato, in innaturali posture del corpo. Leggi tutto

Charivari: iltermine è di origine francese che designa un numero composto da salti mortali e da piccoli piramidi umane che apre o chiude lo spettacolo dei circhi, delle arene e delle compagnie ginnico-acrobatiche-equestri dall’inizio del secolo sino agli anni ‘60, quando si diffondono piuttosto le sfarzose parate ispirate dalle riviste o dai primi varietà televisivi. Lo charivari è eseguito da artisti che hanno poi ruoli più centrali nel corso dello spettacolo. Grande importanza ha quindi la figura del generico (che scompare contemporaneamente allo charivari) che incarna l’artista dotato di sapere enciclopedico di teniche del corpo. Fra i grandi saltatori che animano gli charivari dei complessi italiani ricordiamo Ugo Bogino, i Rossetti, Luigi Gerardi ed Eugenio Larible.

Etimologie e discipline delle arti circensi

Definizione in uso dal ‘500, che deriva da “saltare sul banco”, attribuita agli artisti che si esibiscono in fiere e mercati. La dizione riguarda in particolar modo gli artisti di strada che fanno uso di abilità acrobatiche ed in genere di virtuosismi del corpo. Per estensione viene però conferita a tutti coloro che si guadagnano da vivere esibendosi nelle piazze, soprattutto in occasione di fiere e mercati. Quindi, oltre a specialisti delle tradizionali discipline circensi, anche a praticanti il teatro di figura (marionettisti, ombre cinesi) e altri generi caratteristici della piazza, come i digiunatori, i ciarlatani (venditori di unguenti “miracolosi”), i cantastorie, e coloro che esibiscono fenomeni. Leggi tutto

La giocoleria è l’arte (praticata dal giocoliere) di manipolare con destrezza uno o più oggetti. Essa include molte arti circensi basate sul lancio di oggetti come palline, cerchi, clave o diablo. La più nota forma di giocoleria è giocoleria con i lanci, ma vi sono specialità (giocoleria a contatto, o contact juggling) in cui non è previsto il lancio di oggetti. Leggi tutto

× ti serve aiuto?